Intervista a Francesco Passantino di SWE Palermo

di Alessandro Scuderi

È passata una settimana dallo Startup Weekend Palermo. L’edizione, incentrata sul turismo, ha avuto la particolarità di svolgersi in contemporanea e accanto ad un grande salone sullo stesso tema, in modo che le startup appena costituite potessero andare (fisicamente) sul mercato.

Abbiamo intervistato Francesco Passantino, organizzatore di SWE Palermo, per chiedergli di fare un bilancio sull’evento.

Uno startup Weekend tematico all’interno di una fiera tematica. È la ricetta
per il futuro?

È stato un esperimento, offrire ai partecipanti la possibilità di potersi confrontare con il mercato di riferimento, per un settore trainante dell’economia locale, che si identifica in eventi verticali come la Borsa Internazionale del Turismo “TravelExpo”. La possibilità di confrontarsi con mentor e giurati del settore specifico, di confrontarsi con grandi imprese nazionali ed internazionali, di validare i modelli, di ricevere proposte di collaborazione ed offerte di lavoro in tempo reale. Superata la fase generalista e trasversale dell’Information Techonology, può essere utile concentrare gli sforzi su questo ed altri ambiti verticali (ad esempio food, design, fashion, automotive, …), alternandoli all’edizione tradizionale.

Parlaci delle startup, hai individuato un fil rouge che le unisce, una
tendenza particolare?

Quasi tutte le idee puntavano sul miglioramento e sulla semplificazione dell’esperienza del turista, seguendolo nei diversi momenti del ciclo di vita del viaggio. Dalla scelta della destinazione, alla configurazione del viaggio, allo storytelling della vacanza. Sfruttando leve classiche dell’innovazione quali la disintermediazione, l’aggregazione di informazioni, il crowdsourcing, i big data, eccetera.

Raccontaci le prime tre classificate, come e perché le avete scelte?

La giuria non ha avuto dubbi nell’assegnare il primato a Bookingbility, che è stata immediatamente scelta come progetto vincente della manifestazione, per il tema sociale affrontato, la completezza della presentazione, la ricchezza nei contenuti, la qualità del design, l’analisi del prototipo, un primo modello di business e la grinta del team. A seguire un piccolo spareggio per il secondo e terzo posto; ha prevalso il modello innovativo di analisi e rendering delle proposte turistiche proposto da TRAVEL TWEET (progetto scalabile e tecnicamente affascinante), rispetto al classico modello delle web series proposto da UNDISCOVERED ITALY.

swe palermo

Il turismo è un mercato difficile per via di una legislazione sempre meno
chiara. In più le startup hanno un ulteriore handicap: in Sicilia la
stragrande maggioranza di progetti è in ambito turistico. Vale comunque la
pena? Perché?

Tutti i progetti proposti durante una Startup Weekend partono dall’analisi di un problema a cui si desidera trovare una soluzione.
Il weekend passa specificando un modello di business, realizzando un prototipo e validando le ipotesi. Appare naturale cercare soluzioni per un mercato ricco, che per espandersi ed innovare necessita di nuovi modelli informativi, di organizzazione dei contenuti e di proposizione delle destinazioni. L’esplorazione delle nicchie e la progettazione di nuove forme d’interazione a supporto del “turista come media” offrono ancora molti spunti per la creazione di progetti imprenditoriali innovativi, nel rispetto delle norme.

Con tutte le difficoltà culturali e di infrastrutture che respingono e
deludono il turista, cosa può fare il movimento startup per rendere la
nostra isola non più solo invitante, ma anche accogliente?

Ciceroos, Musement, Travel Appeal, Viaggiart e Wanderio sono citate spesso come casi di eccellenza nel panorama startup nazionale per lo specifico settore del turismo. Sicuramente potranno migliorare l’esperienza, organizzarla e pianificarla. Senza contare il lavoro svolto dai colossi con le piattaforme di intermediazione (Uber e Airbnb) e di aggregazione e validazione (Tripadivsor e Booking). Ovviamente anche le destinazioni devo fare la loro parte, migliorando i servizi, offrendo informazioni e difendendo la reputation.

Ripeterete l’esperimento? Può diventare un incontro tematico specifico
quello sul turismo?

Per qualsiasi attività misuriamo l’impatto, il ritorno sull’investimento, l’efficacia dell’azione. Sinora abbiamo un tasso di soddisfazione del 95%, vedremo con questa edizione se il valore salirà ulteriormente. L’obiettivo non è solo quello di veder nascere nuove startup, sarebbe da miopi pensarlo. Serve far crescere la competenza del territorio, le forme di aggregazione tra le persone in imprese, ad aumentare l’occupazione. A far circolare il capitale umano.

Alla luce dell’esperienza di questo Startup Weekend, che futuro vedi per l’ecosistema palermitano?

L’obiettivo di Palermo Startup Weekend (iniziativa realizzata da volontari a titolo gratuito), non è soltanto quello dell’esecuzione dell’evento, ma in generale anche quello di far interagire i diversi convenuti (mentor, sponsor, partner, il mercato di riferimento nell’ultima edizione, …) in modo che possano nascere progetti condivisi, assegnando alla manifestazione il ruolo di piattaforma aperta, che valida l’ingresso dei vari attori coinvolti basandosi sull’esperienza, sui risultati, sull’etica e sul trust di ciascuno. In tre edizioni abbiamo ampliato il network includendo le migliori realtà locali. Per consolidare questi risultati attendiamo l’attivazione di una serie di spazi di condivisione e l’ingresso nell’ecosistema di un pool di investitori. Stiamo lavorando ad entrambi gli aspetti, e contiamo di dotarci a breve di questi due strumenti fondamentali per l’evoluzione del sistema.

Gli eventi di Aprile

di Alessandro Scuderi

Aprile, dolce… innovare.

Sono tantissimi gli eventi di aprile del mondo startup nell’Italia meridionale a cui partecipare, quindi mettete nello zaino il portatile, qualche ricambio e tanta voglia di ampliare la vostra rete.

Contest YoutHub

Sabato 11 al nuovissimo incubatore Vulcanìc ci sarà un bel momento di formazione con il workshop dal titolo “L’innovazione al servizio del patrimonio culturale e territoriale”, promosso da Etna Hitech, in collaborazione con il Centro Europeo per la Formazione.

Argomento del laboratorio sarà l’innovazione del prodotto turistico attraverso l’approccio delle startup, in modo da valorizzare in modo nuovo (ed efficace) il territorio.

Ad intervenire saranno  Aurelio Angelini (UNESCO), Claudio Bocci (Federculture), Massimo Zucconi (Federculture), Bruno Grassetti (Centro Europeo per la Formazione), Paolo Amenta (ANCI Sicilia), Dario Pistorio (Confcommercio), Emanuele Spampinato (Etna Hitech) e Rosario Sapienza (Vulcanìc).

Appuntamento alle 9 presso la sede di Vulcanìc in viale Africa 31.

NAStartup

Prima tappa l’8 aprile a Napoli, per il NAStartup Day. Si tratta dell’evento curato dalla community startup partenopea e si propone di sviluppare networking per l’ecosistema startup della città campana. Insomma, un Appuntamento delle Idee all’ombra del Vesuvio.

Per partecipare, richiedete un biglietto (gratuito) su Eventbrite.

Per maggiori informazioni, qui l’evento Facebook e qui la pagina dell’iniziativa.

Torniamo alla nostra città, Catania.

the_creative_dot

Giovedì 9 sarà un giorno intenso: si inizia alle 10 del mattino con l’evento The Creative Dot al Palazzo della Cultura, in via Vittorio Emanuele 121. L’evento, pensato da un gruppo di giovani designer dell’Accademia di Belle Arti di Catania per diffondere la cultura e la diffusione delle discipline creative nel meridione d’Italia. L’evento è strutturato seguendo il modello dei Keynote delle grandi realtà dell’industria tech mondiale. Ogni argomento (graphic design, illustrazione, digital art, design e marketing) verrà introdotto da una conferenza, alla quale seguiranno una serie di laboratori tematici al termine dei quali i partecipanti presenteranno i progetti che hanno ideato.

L’evento si svolgerà in due giorni, terminando alle 19 di venerdì 10. Gli organizzatori annunciano la partecipazione di un ospite speciale, sul quale si mantiene il più stretto riserbo.

Potete richiedere il biglietto, al costo di 1,50€, mandando un messaggio privato alla pagina Facebook ufficiale The Dot Creative Studio o inviando una mail all’indirizzo info.thecreativedot@gmail.com.

Qui il link all’evento Facebook.

gdgmeetup

meetup-gdg

Nel pomeriggio, dalle 17:45 alle 20:45, il Google Developer Group Catania vi aspetta per il primo meetup tematico del 2015 sul tema “Startup, Marketing and Visual Communication”.

Ad ospitare l’evento saranno i locali di TIM #WCAP in via Novara 59, un luogo familiare agli amici di Youth Hub che non a caso sarà partner dell’evento ed interverrà con Francesco Marino, Antonio Musumeci e Francesco Pira.

Per questioni logistiche, la priorità di accesso sarà data ai primi 100 iscritti su Eventbrite.

sw_palermo

Dal 10 al 12 aprile preparatevi a bere tanto caffè e a lavorare sodo. Nell’ambito del Travelexpo, il salone internazionale del turismo, si terrà infatti la maratona di Startup Weekend Palermo – Tourism Edition. Nello spazio 20 della Fiera del Mediterraneo, innovatori di ogni tipo si daranno appuntamento per esporre dei progetti di startup a tema turistico e formare team per trasformare le idee in imprese.

Per comprare i biglietti e saperne di più, visitate il sito ufficiale.

retrospace_hackspace

Spolverate i vostri vecchi videogiochi e toglietevi dalla testa l’idea di venderli su eBay. L’Hackspace Catania vi aspetta il 12 aprile per RetroSpace, una domenica pomeriggio di relax all’insegna dei videogiochi e della nostalgia nella sede di via Grotte Bianche 122.

La comunità maker catanese vi aspetta infatti per (ri)provare giochi e dispositivi che hanno segnato la nostra infanzia: i partecipanti potranno sfidarsi a colpi di joypad di console leggendarie come il NES Nintendo e il Sega Megadrive a giochi ancora più leggendari come Street Fighter II, Mortal Kombat, Super Mario e tantissimi altri.
Potete rendere ancora più varia la sfida portando le vostre console e i videogiochi che vi hanno tenuto da bambini per ore davanti allo schermo.

Si comincia alle 18.00 e si termina a notte fonda (ma per voi non sarà abbastanza).

Qui la pagina Facebook dell’evento.

 impacthub_chefare

Impact Hub Siracusa, realtà ormai di primissimo piano nel panorama imprenditoriale, sociale e culturale siciliano, presenta il 14 e 15 aprile il premio per progetti culturali di innovazione sociale “cheFare”. Nella sede di Impact Hub Siracusa, in via Vincenzo Mirabella 29, gli operatori culturali, specie quelli del sud est della Sicilia, racconteranno i loro progetti e le loro iniziative per investire in “cultura” sul territorio. Il giorno successivo sarà il turno delle istituzioni e degli amministratori, coi quali ci si potrà confrontare e iniziare collaborazioni.

Per raccontare la propria iniziativa è necessario registrarsi su Eventbrite.

Maggiori info sulla pagina Facebook dell’evento.

 

jobmeeting

Aggiornate il vostro curriculum e stampatene parecchie copie. Il 15 aprile presso la Cittadella Universitaria di Catania si terrà il Job Meeting, l’appuntamento annuale in cui aziende e università incontrano laureati e laureandi per un incrocio tra domanda e offerte di lavoro, oltre alla possibilità di usufruire della consulenza degli esperti di orientamento.

Se siete poi più interessati a crearvi un lavoro piuttosto che cercarlo, sarete felici di sapere che YoutHub, partner dell’event0, sarà presente con una sua postazione, presso cui potrete parlare con noi e con i founder di tante startup amiche della nostra associazione.

Ci vediamo il 15 aprile dalle 10 alle 16 alla Cittadella Universitaria in viale Andrea Doria 6. Non mancate!

Per registrarvi gratuitamente e ottenere maggiori informazioni, visitate la pagina Facebook e il sito dell’evento.

fabbrica delle idee

Come ogni mese, la community di StartupMessina organizza la Fabbrica delle Idee, l’appuntamento che riunisce l’ecosistema startup peloritano e dà l’occasione di presentare la propria idea d’impresa e costruire un team.

Questo mese verranno inoltre presentati due bandi interessanti: Unicredit Startlab (ne abbiamo parlato qui) e la nuova call for ideas di TIM WCAP (leggete sotto).

Appuntamento alle 19:30 al John Milton Institute di via Strada San Giacomo 19.

openday wcap

Sempre il 15 aprile, non lasciatevi sfuggire l’opportunità di parlare della vostra idea con chi ha una grande esperienza del mondo startup e potrebbe aiutarvi ad accedere ad una grande opportunità.

Stiamo parlando del secondo open day di Working Capital, che segna l’avvicinamento della prossima call for ideas dell’acceleratore catanese di Telecom Italia.

Dalle 10 alle 17 avrete l’occasione di incontrare i founder delle startup che hanno vinto i grant e approfittare dell’esperienza dei mentor WCAP con incontri one-to-one. Dopo, fino alle 19, potrete invece presentare il vostro pitch al pubblico.

Per partecipare alla call for ideas visitate il sito ufficiale. Per maggiori informazioni sull’evento cliccate invece qui.

startup weekend benevento

Se lo Startup Weekend di Palermo non è stato abbastanza, o non avete potuto parteciparvi, dirigetevi il 17 aprile a Benevento per un nuovo SWE, stavolta a tema “libero”.

Ad ospitare la coopetition sarà il suggestivo palazzo Paolo V, edificio settecentesco al centro della città.

Per dettagli visitate il sito dell’evento, per comprare i biglietti visitate invece la pagina Eventbrite.

marcia del seme

La startup Kanésis ha organizzato per il 19 aprile la “Marcia del Seme” per far conoscere l’associazione e i prodotti realizzati con la canapa. Appuntamento alle 18.30 in Piazza Teatro Massimo a Catania. Qui la pagina Facebook dell’evento.

contest day un vulcano di idee

Giunge a conclusione anche la seconda edizione di “Start Up your Business – Un Vulcano di Idee”, il ciclo di seminari professionalizzanti sul fare impresa organizzato dal Capitt – Università di Catania.

Giovedì 23 aprile alle 9.30, a Palazzo dei Chierici, si svolgerà infatti il Contest Day, l’ultimo atto, con i pitch dei team che si sono costituiti durante il percorso di formazione e con la elezione dell’idea migliore. Il team vincitore passerà alla seconda fase dello Startcup Catania, la business plan competition per startup.

Orange Fiber Fashion Revolution

Vi segnaliamo un evento a cui teniamo particolarmente, il Fashion Revolution Day che si terrà in piazza del Duomo a Catania venerdì 24 aprile alle 18.00 in contemporanea con 68 paesi del mondo. Si tratta di una sfilata particolare (non sveliamo i dettagli) per sensibilizzare l’opinione pubblica sullo sfruttamento della manodopera nel terzo mondo da parte dell’industria della moda. Insieme a noi ci saranno tanti protagonisti dell’ecosistema siciliano. Per maggiori dettagli vi rimandiamo al post dedicato.

parti con AIESEC

Vivere per un periodo all’estero è una di quelle cose che tutti dovrebbero fare almeno una volta nella vita. Parlare una lingua che non è la tua, conoscere storie e persone che non avresti mai immaginato potessero esistere, confrontarsi con modi di pensare e vivere diversi. Si tratta di vivere un’esperienza che ti apre la mente e il cuore, dalla quale si torna sempre arricchiti.

AIESEC, la rete internazionale di studenti universitari, vi dà questa possibilità. Con il programma Global Citizen  avrete la possibilità di di svolgere 10 settimane di lavoro in progetti all’estero. AIESEC vi aiuterà nella scelta dello stage e nell’espletamento di tutte le procedure che servono ad attivarlo. I partecipanti potranno scegliere tra diverse tematiche: Environment, Social Entrepreneurship, Health, Culture e Education.

Tornerete arricchiti non solo spiritualmente, ma con un curriculum più appetibile. Oggi infatti le aziende prediligono coloro i quali hanno acquisito una serie di competenze e ‘soft skills’ all’estero. 

Se volete saperne di più, giovedì 30 al Monastero dei Benedettini di Catania si terrà, dalle 9 alle 13, un evento informativo. I ragazzi di AIESEC saranno lì per fornirvi tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Non mancatelo! Qui la pagina Facebook dell’evento.

Youth Hub Stories – il racconto del primo incontro

Il racconto Seejay​ del primo incontro del nuovo format Youth Hub Stories con i tweet dei (numerosi) partecipanti!
Abbiamo Ospitato Michele D’Aliessi​ di Ympact​.

Avere qualcosa da dire è sempre più importante che aspettare a dire qualcosa - John M Capozzi